il Mulino

Copertina Carbon Pricing

Acquista:

prezzo di copertina € 19,00
a stampa € 15,20
collana "Percorsi"
pp. 216, Brossura, 978-88-15-28719-9
anno di pubblicazione 2020

ALBERTO MAJOCCHI

Carbon Pricing

La nuova fiscalità europea e i cambiamenti climatici

Nuovi problemi emersi di recente richiedono una soluzione europea: una più aspra concorrenza in un mondo globalizzato, la difficile transizione verso un’economia digitale, i cambiamenti climatici. Per fare fronte a queste nuove sfide si dovrà strutturare diversamente il sistema fiscale, e in un’ottica di contrasto ai cambiamenti climatici un ruolo cruciale gioca la fissazione di un prezzo sul carbonio. Le entrate derivanti dal carbon pricing garantirebbero l’aumento delle risorse per il bilancio dell’Unione, necessario per sostenere il Recovery Fund messo in campo per rilanciare l’economia europea dopo lo tsunami del Coronavirus, mentre il carbon dividend potrebbe essere utilizzato per sostenere la transizione ecologica verso la «neutralità carbonio», promuovere investimenti e produzione di beni pubblici di utilità sociale, ridurre le disuguaglianze con una riforma fiscale che favorisca i redditi più bassi, sostenere la competitività della produzione europea con investimenti in ricerca e sviluppo e innovazione, garantire la sicurezza interna ed esterna. In questo volume Alberto Majocchi ci illustra tutte le potenzialità del Green Deal proposto dalla Commissione europea, che oltre a contrastare i cambiamenti climatici potrà garantire sviluppo, equità sociale e sicurezza.

Alberto Majocchi, professore emerito di Scienza delle finanze all’Università di Pavia, ha insegnato in numerosi atenei italiani ed europei. È stato, fra l’altro, Esperto nazionale alla Direzione ambiente della Commissione europea, Consigliere economico del ministro dell’Ambiente (1995-1996), presidente dell’ISAE - Istituto di studi e analisi economica. Attualmente è Vicepresidente del Centro Studi sul Federalismo di Torino.

Introduzione
I. Verso un rinnovamento della struttura di finanza pubblica nell’Unione europea
1. Il quadro di riferimento
2. Gli effetti della crisi finanziaria
3. Gli scenari possibili
4. Una nuova struttura per la fiscalità europea
II. Un piano graduale di riforma
1. Un prezzo sulle emissioni di carbonio
2. L’imposizione dei redditi di impresa
3. La tassazione delle attività finanziarie
4. L’imposta sul valore aggiunto
5. L’imposizione delle persone fisiche: una riforma per rendere progressiva la «quarta risorsa»
6. Ipotesi di nuove risorse proprie
7. Contributi nazionali e risorse proprie
8. Il Rapporto Monti
9. Risorse proprie e riforma istituzionale
III. Carbon pricing
1. Il fondamento razionale di una tassazione dell’energia
2. La proposta europea di un’imposta energiacarbonio
3. La struttura dell’imposta energia/carbonio
4. Dalla proposta di una carbon/energy tax all’Emissions Trading System
5. Limiti del Protocollo di Kyoto per la riduzione delle emissioni di CO2
6. Una proposta di revisione della tassazione dei prodotti energetici
7. Carbon pricing e Border Tax Adjustments
IV. Carbon dividend e riforma fiscale
1. Il controllo dei cambiamenti climatici
2. Il controllo dei cambiamenti climatici in Europa
3. Strumenti per ridurre le emissioni di CO2
4. Carbon dividend e bilancio europeo
5. Contributi nazionali per finanziare la produzione di beni pubblici europei
6. Il modello decisionale e la clausola passerella
7. Il dividendo ambientale
8. Carbon dividend e riforma fiscale
9. Una Comunità europea per l’energia e l’ambiente
V. Carbon leakages e aggiustamenti fiscali alla frontiera
1. I rapporti tra regole commerciali e tutela ambientale
2. Beni ambientali locali e globali
3. Carbon leakages e competitività esterna
4. La necessità di aggiustamenti fiscali alla frontiera
5. Aggiustamenti fiscali alla frontiera e regole del WTO
6. Esenzioni fiscali e aggiustamenti fiscali alla frontiera
7. Il ruolo degli aggiustamenti fiscali alla frontiera a complemento del carbon pricing
VI. La politica europea per una crescita sostenibile
1. Limiti nella gestione della politica economica nell’Unione europea
2. I limiti delle politiche nazionali espansionistiche
3. Una politica per promuovere gli investimenti e la produzione di beni pubblici
4. Il Piano Juncker: un punto di svolta, anche se non sufficiente
5. Il programma InvestEU
6. Un Piano Marshall per l’Africa
VII. Il Social Green «New Deal»
1. Il Green Deal, una priorità per la nuova legislatura europea
2. Il progetto di un Green Deal europeo
3. La strategia europea per raggiungere la neutralità carbonio
4. La ristrutturazione del sistema produttivo e la dimensione sociale
VIII. Finanza federale, carbon pricing e Green Deal
1. La strategia per costruire una finanza federale europea
2. Cambiamenti climatici e carbon pricing
3. Il nuovo ruolo della politica fiscale
4. Un Social Green «New Deal» europeo
5. Verso un’Unione federale
Postfazione

Leggi anche

copertina Cinque domande sull'Italia
copertina Supersocietà
copertina L'Occidente e la nascita di una civiltà planetaria
copertina Figure di apocalisse