Letture al sole: -5% su tutti i libri, spese di spedizione ribassate e invio gratuito oltre € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina Lavoro insicuro

Acquista:

prezzo di copertina € 28,00
a stampa € 26,60
collana "Percorsi"
pp. 376, Brossura, 978-88-15-28700-7
anno di pubblicazione 2021

LAURA CALAFà, SERGIO IAVICOLI, BENEDETTA PERSECHINO (a cura di)

Lavoro insicuro

Salute, sicurezza e tutele sociali dei lavoratori immigrati in agricoltura

Questo libro nasce da un progetto che ha coinvolto giuristi, medici e sociologi, chiamati a sviluppare nuove strategie per la tutela della salute e della sicurezza degli immigrati impiegati nei settori ad alto rischio infortunistico, in particolare in quello agro-zootecnico. Ne è scaturita una sinergia scientifica originale, che ha elaborato un modello interdisciplinare in cui le singole competenze e i diversi metodi di ricerca hanno generato un innovativo approccio integrato alle problematiche connesse agli effetti su salute e sicurezza e sullo status sociale, giuridico ed economico dei lavoratori migranti. Attraverso l’individuazione di buone pratiche sul territorio sono state anche scoperte possibili modalità di intervento da parte degli operatori del settore e di tutti gli altri attori, istituzionali e non. La riflessione su tali procedure si è ricollegata a un’ulteriore indagine empirica dedicata ai bisogni formativi dei medici e dei mediatori culturali, intesa a contribuire al miglioramento delle conoscenze e delle competenze della pluralità di attori che operano in un contesto così complesso.

Laura Calafà è professoressa ordinaria di Diritto del lavoro e di Diritto del lavoro dell’Unione europea all’Università di Verona. Autrice di numerose pubblicazioni in materia di migrazioni, attualmente coordina il progetto FARm (Filiera dell’Agricoltura Responsabile) sulla prevenzione dello sfruttamento lavorativo e del caporalato. Sergio Iavicoli è medico chirurgo specialista in Medicina del lavoro. È dirigente di ricerca, direttore del Dipartimento di medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale dell’Inail, segretario generale dell’International Commission on Occupational Health e presidente dell’European Academy of Occupational Health Psychology. Benedetta Persechino è medico chirurgo specialista in Medicina del lavoro e in Medicina legale. È ricercatrice e responsabile del Laboratorio rischi psicosociali e tutela dei lavoratori vulnerabili del Dipartimento di Medicina, epidemiologia, igiene del lavoro e ambientale dell’Inail.

Presentazione della ricerca, di S. Iavicoli e B. Persechino
Introduzione, di L. Calafà
Parte prima. Salute, sicurezza e tutele sociali del lavoro degli immigrati, a cura di L. Calafà e M. D’Onghia
I. Salute e sicurezza per i lavoratori migranti nel diritto internazionale ed europeo dei diritti umani, di S. Angeleri
II. Standard di tutela dei diritti umani e dei lavoratori migranti alla luce della corporate human rights due diligence, di A. Schuster
III. Immigrazione, lavoro e sicurezza in agricoltura, di L. Calafà
IV. Tutele sociali e sicurezza dei lavoratori migranti in agricoltura: specificità e debolezza del quadro regolativo, di M. D’Onghia
Parte seconda. Strumenti di prevenzione dell a salute e sicurezza degli immigrati in agricoltura, a cura di L. Calafà e M. D’Onghia
V. I modelli di organizzazione e gestione quali strumenti per garantire l’effettività delle norme di tutela della salute del lavoratore migrante, di M. Peruzzi
VI. Sfruttamento e (in)sicurezza nel lavoro agricolo degli extracomunitari, di D. Schiuma
VII. Le policy di prevenzione del lavoro insicuro e di promozione della legalità in agricoltura, di F. Di Noia
VIII. Dall’azienda all’insediamento informale: esperienze positive di integrazione e lavoro sicuro, di D. Marino
IX. Tutelare il lavoro dei migranti in agricoltura come «pratica di diritto ribelle», di V. Protopapa
Parte terza. Lavoratori immigrati in agro-zootecnia: integrazione sociale e salute, un binomio imprescindibile, a cura di M. D’Anna, G. Gianturco e M. Marceca
X. L’integrazione dei braccianti agricoli immigrati: riflessioni a partire dal caso di Latina, di G. Gianturco e P. Laurano
XI. Salute, lavoro e immigrazione: il ruolo degli operatori della salute in una prospettiva di sanità pubblica, di A. Rinaldi, L.M. Salvatori, M.L. Russo e M. Marceca
XII. Progettare la tutela della salute e sicurezza sul lavoro dei lavoratori immigrati in agricoltura: dalla percezione del rischio ad una proposta operativa in un contesto locale, di M. D’Anna, E. Toninelli, P. Cerutti F. Pedroni e A. Arioli
Parte quarta. La ricerca empirica: risultati, a cura di S. Iavicoli e B. Persechino
XIII. La percezione delle condizioni di lavoro in lavoratori immigrati occupati in agrozootecnia, di B. Persechino, B.M. Rondinone, G. Fortuna, A. Valenti e S. Iavicoli
Le autrici, gli autori

Leggi anche

copertina Perché ridiamo
copertina Quando l'importante è vincere
copertina Dodici
copertina Vite formidabili