SALVATORE BONO

Guerre corsare nel Mediterraneo

Una storia di incursioni, arrembaggi, razzie

«….Appena avean passata la Corsica, che scuoprano tre legni con Bandiera Francese, ai quali il capitano credendoli amici, s’accosta. Ma, ahimè; qual improvviso cangiamento inaspettato! Fu tutto un punto il calare le insegne francesi, l’innalberare lo stendardo algerino, e il vedersi intorno attorniato da più d’ottocento barbareschi»
(Giuseppe Albertazzi, in viaggio su un bastimento genovese diretto in Spagna nel 1760)

Nelle acque e lungo le coste del Mediterraneo, soprattutto fra la sponda cristiana e quella musulmana, dal Cinque al Settecento imperversarono i corsari: non pirati né predoni, ma guerriglieri del mare che agivano con patenti statali. Erano in gran parte maghrebini insediati ad Algeri, Tunisi e Tripoli, ma anche l’impero ottomano aveva i suoi corsari. Le città da cui muovevano, le navi con cui operavano, le regole, le pratiche, i rituali, come veniva spartito il bottino, come era organizzato il commercio delle prede e degli schiavi: il libro descrive gli usi della guerra corsara e ne ripercorre le vicende principali, con uno sguardo alla poco conosciuta attività dei corsari europei (italiani, francesi, maltesi, spagnoli) contro gli stessi europei.

Salvatore Bono è professore emerito dell’Università di Perugia, dove ha insegnato Storia del Mediterraneo. Con il Mulino ha pubblicato «Schiavi. Una storia mediterranea» (2016); fra gli altri suoi libri: «Schiavi musulmani nell’Italia moderna» (Esi, 1999), «Un altro Mediterraneo» (Salerno, 2008), «Piraten und Korsaren im Mittelmeer» (2009).

Prefazione
I. Corsari o pirati? Dall’una all’altra sponda del Mediterraneo
Corsari e pirati nella storia mediterranea.
Da Granada al Congresso di Vienna.
Il peso della rivalità religiosa.
I corsari barbareschi: le ragioni del successo.
Ostilità e complicità.
II. Città, navi, uomini
Città e flotte corsare.
Città corsare maghrebine e dell’impero ottomano.
Malta, Livorno e altri corsari.
Usi della guerra corsara: patenti e salvacondotti.
Costumi della guerra corsara: rituali e pratiche.
Uomini per la corsa: capitani e raìs.
Equipaggi e ciurme al remo.
III. Corsari fra guerre e paci
Millenni di guerre corsare.
Da Barbarossa alla riconquista di Tunisi.
L’età d’oro.
Dal Settecento alla fine dei barbareschi.
Altri nemici: corsari europei contro europei.
La difesa dai corsari: torri, mura e gente armata.
IV. Prede e traffici
La spartizione del bottino.
Il commercio delle prede.
La «merce umana».
V. La parola e il silenzio degli storici
I corsari nella storia del Mediterraneo.
Dall’Arcipelago Gulag ai terroristi islamici.
Note
Fonti e bibliografia
Indici

Acquista:

a stampa € 22,00
e-book € 14,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Biblioteca storica"
pp. 296, 978-88-15-28370-2
anno di pubblicazione 2019

Leggi anche

copertina Schiavi
copertina La scommessa cattolica
copertina Le mafie nell'economia legale
copertina Storia dell'Adriatico