PIERO S. GRAGLIA

L'Unione europea

Perché stare ancora insieme

L’Unione allargata a 28 paesi rappresenta una costruzione istituzionale e politica unica, ma anche un modello ideale. Sappiamo davvero come funziona? Quali sono le azioni, i programmi e le risorse che vengono preparati e mobilitati per raggiungere una certa omogeneità di sviluppo tra i paesi membri? In questa nuova edizione, oltre a ricostruire la storia dell’Unione europea e dei suoi organi, si ripercorrono sfide e difficoltà degli ultimi anni fino alla Brexit e alle sue conseguenze, per riflettere sui motivi per cui, dal 1950, l’Europa è diventata un insostituibile spazio per l’agire economico, politico e sociale.

Piero S. Graglia insegna Storia dell’integrazione europea e History of Regional Integrations nell’Università di Milano. Per il Mulino ha curato tre volumi di scritti di Altiero Spinelli e ha pubblicato «Altiero Spinelli» (2008).

Premessa
1. Un po’ di storia dal 1945 a oggi
La ricostruzione all’ombra degli Stati Uniti.
Dal carbone all’Europa.
L’impossibile esercito europeo.
La politica cede il passo all’economia.
L’allargamento.
I «principi costituzionali» dell’Unione.
2. Le istituzioni e gli organi
Una panoramica.
La Commissione.
Il Consiglio.
Il Consiglio europeo.
Il Parlamento.
La Corte di giustizia.
La Corte dei conti.
Gli eurocrati.
La Banca centrale europea.
Gli altri organi.
3. Le politiche
La «base finanziaria» dell’Unione: risorse e bilancio.
Agricoltura e ambiente.
Coesione e competitività, crescita e occupazione.
Le reti transeuropee.
Cultura, istruzione e formazione.
4. L’Europa e gli altri
Una politica estera europea?
La frontiera dell’Est e la frontiera del Sud.
Il dilemma dello «zio Sam».
Tempi di Brexit.
Conclusioni
Per saperne di più

Acquista:

a stampa € 11,00
e-book € 5,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Farsi un'idea"
pp. 160, 978-88-15-28324-5
anno di pubblicazione 2019
Nuova edizione

Leggi anche

copertina L'Apocalisse
copertina Gesù
copertina La Costituzione
copertina I vangeli apocrifi