GIOVANNI FILORAMO

Il grande racconto delle religioni

«Tutte le cose sono opera del Grande Spirito, Egli è presente in ognuna: gli alberi, le graminacee, i fiumi, le montagne, i quadrupedi e gli uccelli...» (Alce Nero)

«È la figura che non ha figura, l’immagine che non ha materia: è l’indistinto e l’indeterminato. Ad andargli incontro non ne vedi l’inizio, ad andargli appresso non ne vedi la fine» (Libro del Dao e della virtù)

Nella straordinaria varietà di miti, simboli, forme, riti e valori in cui nelle diverse culture storiche trova espressione il sentimento religioso, il nucleo fondamentale è sempre lo stesso: il rapporto dell’uomo con il cosmo e con le sue forze potenti, misteriose e ingovernabili. Che si tratti di aborigeni, di nativi americani, di sumeri, cinesi, di cultura hindu, o di antichi greci, del credo mazdeo, di ebraismo, cristianesimo o islam, la visione religiosa del mondo garantisce ai credenti un punto di vista unitario sulla realtà, una bussola per orientarsi tra il bene e il male. Mentre alcune visioni hanno al loro centro il problema del rapporto con una natura selvaggia e minacciosa, altre insegnano all’uomo a vivere in armonia con il cosmo che lo circonda, lo ha creato e lo nutre. In altre ancora, ordinatrice del cosmo è una figura di sovrano divinamente ispirato. Tra VIII e VII secolo a.C. si fa strada una visione religiosa nuova: il monoteismo. Il divino non si manifesta più nella natura, non ha tratti antropomorfi, ma trascende radicalmente l’uomo. Con il Cristianesimo la concezione del Dio incarnato opera una svolta antropologica destinata a segnare la storia del pensiero occidentale. È di tutto questo che parla il libro: dell’eterno, inesausto bisogno umano di realizzare la pienezza dell’essere attraverso il sacro.

:: Il booktrailer ::

Giovanni Filoramo è professore emerito di Storia del cristianesimo dell’Università di Torino. Fra i suoi libri ricordiamo «Il sacro e il potere. Il caso cristiano» (Einaudi, 2009), «La croce e il potere. I cristiani da martiri a persecutori» (Laterza, 2011) e, per il Mulino, «Ipotesi Dio. Il divino come idea necessaria» (2016).

Introduzione
Parte prima: Visioni religiose cosmocentriche
I. In armonia col cosmo. Gli aborigeni australiani
1. La natura non ci appartiene.
2. Un popolo di cacciatori e raccoglitori.
3. Gli anziani e il sapere mitico.
4. Gli antenati, esseri potenti e creativi.
5. Il Tempo del sogno.
6. Il sistema totemico.
7. Il Serpente arcobaleno e altri racconti mitici.
II. Un cosmo vivente. I nativi nordamericani
1. Vivere in armonia con la natura.
2. Parentela cosmica.
3. Mondo animale, mondo umano.
4. L’origine del cosmo.
5. Il sacrificio primordiale.
6. La ricerca della visione e dello spirito guardiano.
7. La Blessingway.
8. L’anima e il suo destino.
III. La lotta del cosmo contro il caos in Mesopotamia
1. La rivoluzione del Neolitico.
2. Ecologia e tecnologia.
3. La civiltà sumerica e la sua eredità.
4. Il pantheon mesopotamico.
5. Il pasto sacro.
6. Il racconto delle origini.
7. Gilgamesh e la ricerca dell’immortalità.
8. Le grandi questioni dell’uomo.
9. La volontà degli dèi e la divinazione.
IV. Il cosmo come specchio di polarità nella Cina antica
1. Una tradizione religiosa vivente.
2. Un’identità singolare e collettiva.
3. La religione al tempo degli Shang.
4. La religione al tempo degli Zhou.
5. La Via del Dao.
6. Yin e yang: una cosmologia processuale.
7. Alla ricerca dell’immortalità.
8. Confucio e la via pratica di salvezza.
Parte seconda: La crisi della visione cosmocentrica
V. Il cosmo interiore. L’induismo delle Upanisad
1. La crisi delle visioni religiose cosmocentriche.
2. Che cos’è l’induismo.
3. La religione vedica.
4. Il sacrificio dell’Uomo primordiale.
5. Un nuovo paesaggio interiore.
6. Conoscere l’inconoscibile.
7. L’ultimo viaggio ovvero la vittoria sulla morte.
8. La via della devozione.
VI. Cosmo e logos nel mondo greco
1. Un parto gemellare.
2. Il miracolo greco.
3. Una religione politica.
4. I misteri e l’orfismo.
5. «Tutte le cose furono chiamate Zeus».
6. L’invenzione degli dèi.
Parte terza: La scoperta della trascendenza
VII. Un Dio unico creatore del cosmo. L’invenzione del monoteismo
1. Da Atene a Gerusalemme.
2. Storia sacra, storia profana.
3. Il territorio siro-palestinese.
4. La religione dell’Israele preesilico.
5. «E Dio disse». Il racconto della creazione.
6. Dal dio nazionale al Dio unico.
VIII. Dio e il male. Lo zoroastrismo e i due Spiriti gemelli
1. Le origini del male.
2. Zarathustra e il suo annuncio.
3. Il duello fra regno della luce e regno delle tenebre.
4. La promessa del paradiso.
5. Una religione etnica.
Parte quarta: La svolta antropologica
IX. I grandi mediatori della rivelazione
1. Una visione religiosa antropologica.
2. Gesù il Cristo.
3. Pienamente umano, pienamente divino.
4. La diffusione del cristianesimo nell’Impero romano.
5. La visione religiosa dell’islam.
6. Muhammad.
7. Il Corano.
8. Il sigillo dei profeti.
9. Un profeta armato.
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 50,00
collana "Grandi illustrati"
pp. 544, 978-88-15-27966-8
anno di pubblicazione 2018
Con 300 pagine di illustrazioni a colori, edizione rilegata

Leggi anche

copertina Uomini e animali nel Medioevo
copertina Molti inconsci per un cervello
copertina La grande livellatrice
copertina Arricchimento

Ebook, i libri a portata di click

Attraverso gli ebook, il Mulino propone una parte significativa del proprio catalogo in edizione digitale.
Disponibili in questo sito e nei principali shop online, sono in formato ePub e Mobipocket e possono essere letti sui principali reader - compreso il Kindle -, sui tablet - compreso l'iPad -, negli smartphone e su computer.

Online su Pandoracampus

Studiare in digitale. Pandoracampus è la piattaforma multieditore nata su iniziativa del Mulino. I manuali per l'università e la formazione superiore vanno online in streaming, integrati con la rete e arricchiti da risorse per studiare e insegnare in modo efficace.