AURORA ANGELI, SILVANA SALVINI

Popolazione mondiale e sviluppo sostenibile

Crescita, stagnazione e declino

La crisi economica mondiale ha avuto importanti ripercussioni demografiche, che influenzeranno pesantemente i futuri cammini dei singoli continenti e paesi. Spaziando dall’Unione europea ai paesi BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud-Africa), dal continente latino-americano all’Africa sub-Sahariana e all’area mediterranea, il volume illustra il ruolo svolto dai comportamenti demografici nelle disuguaglianze socio-economiche, nei conflitti interni e internazionali, nella morbilità e nello sviluppo sostenibile.

INDICE DEL VOLUME: Premessa. - I. Crescita demografica e sviluppo economico. - II. L’Europa fra invecchiamento demografico ed esigenza di politiche sociali. - III. Gli Stati nati dalla disgregazione dell’Unione Sovietica: andamenti demografici divergenti. - IV. Scambi culturali, conflitti e demografia nei paesi della riva sud-est del Mediterraneo. - V. Cina e India: due giganti demografici così uguali e così diversi. - VI. L’America Latina ovvero un continente socialmente e demograficamente eterogeneo. - VII. L’Africa: Nord, Centro e Sud, esempi dei diversi stadi della transizione demografica. - VIII. I problemi irrisolti. - Riferimenti bibliografici.

Aurora Angeli insegna Demografia nell’Università di Bologna. Per il Mulino ha pubblicato con S. Salvini «Popolazione e sviluppo nelle regioni del mondo. Convergenze e divergenze nei comportamenti demografici» (2008). Silvana Salvini insegna Demografia nell’Università di Firenze. Per il Mulino ha pubblicato, oltre al volume sopra citato, «Convivere o sposarsi» (con D. Vignoli, 2014) e ha curato il «Rapporto sulla popolazione. L’Italia a 150 anni dall’Unità» (con A. De Rose, 2011).

Premessa
I. Crescita demografica e sviluppo economico
1. La crescita demografica è una cosa buona o cattiva per la crescita economica?
2. I fattori culturali che mediano la relazione fra l’evoluzione demografica e lo sviluppo economico: istruzione e parità di genere
3. Comportamento demografico e diffusione del benessere: transizione demografica e crisi economiche
II. L’Europa fra invecchiamento demografico ed esigenza di politiche sociali
1. Introduzione
2. L’Unione europea: una regione demograficamente addormentata?
3. Le caratteristiche attuali della demografia europea: grande variabilità nel movimento naturale e migratorio
4. Andamenti della fecondità e seconda transizione demografica
5. Le politiche sociali nei paesi aderenti all’Unione europea
6. Conclusioni. Reagire alle conseguenze della crisi anche con le politiche sociali
III. Gli Stati nati dalla disgregazione dell’Unione Sovietica: andamenti demografici divergenti
1. Dall’ex Unione Sovietica al quadro attuale
2. La fecondità: i percorsi verso i livelli attuali
3. I comportamenti nuziali e riproduttivi nei paesi europei ex comunisti
4. Le variazioni nella struttura per età
5. Un punto cruciale dell’era post-sovietica: la diminuzione della sopravvivenza
6. Conclusioni: mobilità nei «vecchi confini» dell’Urss e flussi migratori internazionali
IV. Scambi culturali, conflitti e demografia nei paesi della riva sud-est del Mediterraneo
1. Una storia controversa: le popolazioni del Mediterraneo
2. La demografia dei paesi delle rive sud-est
3. Politica e demografia: Israele e Palestina
4. Una fecondità stabile, anzi crescente: il caso dell’Egitto
5. Una fecondità in rapida discesa: il caso dell’Iran
6. Conclusioni: un’area in costante evoluzione
V. Cina e India: due giganti demografici così uguali e così diversi
1. I dati di popolazione: dimensione, struttura e finestra demografica
2. Le differenze di fecondità e le politiche di pianificazione familiare ieri e oggi
3. Squilibrio fra i sessi, pianificazione familiare e condizione femminile
4. Crescita dell’istruzione e ruolo delle donne. La Cina è più avanti?
5. Conclusioni: le prospettive future
VI. L’America Latina ovvero un continente socialmente e demograficamente eterogeneo
1. Introduzione: grande variabilità negli andamenti demografici
2. La transizione della fecondità
3. Formazione dell’unione e fecondità nell’adolescenza: un punto critico nella transizione della fecondità
4. La difficile lotta alla mortalità materna
5. Montale critico
6. Il processo di urbanizzazione
7. Conclusioni: successi e criticità nel raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo del Millennio
VII. L’Africa: Nord, Centro e Sud, esempi dei diversi stadi della transizione demografica
1. Non una ma più transizioni demografiche
2. Condizione femminile, mortalità infantile, fecondità nell’Africa subsahariana
3. Le adolescenti fra unione, fecondità precoce e scuola
4. Povertà e fragilità sociale. Infanzia e trasmissione della povertà fra le generazioni
5. Il caso del Sudafrica
6. Conclusioni: quanto c’è ancora da fare per raggiungere gli Obiettivi del Millennio?
VIII. I problemi irrisolti
1. Introduzione
2. L’ambiente e la sostenibilità
3. Megalopoli e bidonville: l’inferno delle città
4. Cambiamenti climatici e migrazioni
5. Conflitti e rifugiati
6. Conclusioni: le popolazioni, le tessere di un caleidoscopio in movimento sullo scenario internazionale
Riferimenti bibliografici

Acquista:

a stampa € 19,00
collana "Itinerari"
pp. 208, Brossura, 978-88-15-27893-7
anno di pubblicazione 2018

Leggi anche

copertina Breve storia dei diritti umani
copertina Tutela transnazionale dell'ambiente
copertina Breve storia dell'ambiente in Italia
copertina La sfida dell'energia pulita