ANTONIO CAPPUCCIO

La toga, uguale per tutti

Potere giudiziario e professioni forensi in Sicilia nella transizione tra Antico Regime e Restaurazione (1812-1848)

Presentazione, di Francesco Marullo di Condojanni
Abbreviazioni
Introduzione
PARTE PRIMA: FORME E RIFORME DELL'ORDINAMENTO GIUDIZIARIO
I. Dalla grammatica dell'ordine alla sintassi del potere
1. «Terra di fori»
2. Il potere giudiziario costituzionale
3. L'estrema difesa delle «magistrature di Sicilia»
4. «Il Re desidera che presto tutto si ponga all'unisono»
5. 1 settembre 1819: vento di maestrale
6. L'ultimo «stralcio» dell'Antico Regime
II. Una metamorfosi incompiuta
1. Come Giano bifronte
2. Strappi politici e rammendi istituzionali: le commissioni siciliane per la riforma dei codici e dell'ordinamento
3. L'emergenza criminale: corti marziali e rito de mandato
4. Questioni di voto, devozione e ricchezza
5. I luoghi della giustizia
6. Per una statistica giudiziaria penale
PARTE SECONDA: ESSERE, APPARTENERE, DIFENDERE: I «FORENSI»
III. Ceti, corpi e professioni togate
1. «Dalla nobile classe degli avvocati erano scelti i giudici»
2. Vocazione costituzionale e latitudine codicistica di un'altra avvocatura
3. Una toga per tre corpi
4. Alla maniera dei Gattopardi: la nomina dei patrocinatori e il giuramento dei giudici
IV. Vita e cultura forense
1. Scuole private di diritto e alunnato di giurisprudenza
2. «Porte aperte»?
3. Tempi di cesure: giudici in declino e avvocati in ascesa
Indice dei nomi

Buy:

book € 22,00
series "Storia dell'avvocatura in Italia"
pp. 264, 978-88-15-27841-8
publication year 2018

See also

copertina Ovid: Tales of Metamorphoses
copertina Sofocle, l'abisso di Edipo
copertina West
copertina Pythagoras: Father of All Theorems