REMO BODEI

Le forme del bello

Dal modello classico all’estetica dell’assenza di regole: la storia dell’idea di bellezza è segnata dal progressivo disgregarsi del paradigma armonico di un perfetto ordine cosmico in cui il bello si collega al vero e al bene. Se in età moderna si fa esperienza del molteplice e dell’individuale, a fine Settecento si approda a una netta rivincita del sublime e del brutto. Ma è soprattutto il Novecento che rivendica il valore estetico della deformità e delle dissonanze come generatori di ordini sconosciuti. Malgrado il discredito che in alcune teorie colpisce oggi il concetto di bello, sorprendentemente esso continua a rinnovarsi, sottraendosi a qualunque definizione univoca e conclusiva.

Remo Bodei ha insegnato a lungo alla Scuola Normale Superiore, all’Università di Pisa e da ultimo nella University of California, Los Angeles. Tra i suoi libri pubblicati con il Mulino ricordiamo: «Ira. La passione furente» (2010), «Piramidi di tempo» (20122), «La civetta e la talpa. Sistema ed epoca in Hegel» (20142), «Ordo amoris» (20153), «Limite» (2016) e «Scomposizioni. Forme dell’individuo moderno» (nuova ed. 2016).

Introduzione
Sorgenti e confluenze
Le parole per dirlo
I. La bellezza del mondo
Misura e ordine
Il vero, il buono, il bello: nascita e sviluppo di una trinità
II. Tutti i volti del bello
A raggiera
Il vago
Complessità e semplicità del bello
Chiari del bosco
Prospettive recenti
III. Al di là del sensibile
Il delirio divino
Verso la casa del Padre
La trascendenza moderna: dal sensibile al sensibile
Dal bello al sublime
IV. L'ombra del bello
Dal bello al brutto
Metamorfosi del brutto
L'arcangelo del bello
I mostri del Novecento: il brutto e il tragico
La parabola del brutto
Bibliografia
Indice dei nomi

Acquista:

prezzo di copertina € 16,00
a stampa € 15,20
e-book € 11,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Intersezioni"
pp. 232, Brossura, 978-88-15-27380-2
anno di pubblicazione 2017
nuova edizione

Leggi anche

copertina La guerra sul mare
copertina Il paesaggio come storia
copertina Regole e caso
copertina L'Europa che fu