LUCIANO PACCAGNELLA, AGNESE VELLAR

Vivere online

Identità, relazioni, conoscenza

Come cambia la nostra identità quando la prima cosa che gli altri conoscono di noi è il contenuto del nostro profilo sui social network? E come possiamo distinguere la verità, se mai ne esiste una, dallaquantità di notizie infondate, opinioni non provate, disinformazione epropaganda che dilagano in Internet? Quel che è certo è che le forme della nostra presenza online vanno scelte consapevolmente, per valutare l’importanza del capitale sociale rappresentato dai nostri «amici», per decidere criticamente quale peso attribuire a ciò che leggiamo.

Luciano Paccagnella insegna Sociologia della comunicazione e Sociologia della conoscenza e delle reti nell’Università di Torino. Con il Mulino ha pubblicato «La comunicazione al computer. Sociologia delle reti telematiche» (2000), «Sociologia della comunicazione» (2004) e «Open access» (2010). Agnese Vellar è social media consultant presso l’Incubatore di Imprese Innovative del Politecnico di Torino e insegna Social Media nell’Università di Torino. È autrice di «Le industrie culturali e i pubblici partecipativi» (2015).

Introduzione
I. Identità
1. Dalla società «moderna» alla società «in rete»
2. Autorappresentazione e riflessività online
3. Pubblico e privato: sorveglianza, privacy e «big data»
4. Il corpo nel digitale
II. Relazioni
1. Comunità, community e network ego-centrati
2. Legami forti, legami deboli e capitale sociale
3. Comunità di pratica: fan, blogger e lavoratori networked
4. Consumatori produttivi
III. Conoscenza
1. Dai dati alla conoscenza
2. La produzione della conoscenza nella società delle reti
3. Fiducia e qualità della conoscenza
Riferimenti bibliografici

Acquista:

a stampa € 14,00
prezzo di copertina € 9,99
e-book € 8,49
Formato:  ePub , Kindle
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 208, 978-88-15-26362-9
anno di pubblicazione 2016

Leggi anche

copertina I social network
copertina Non per profitto
copertina Gli Arabi e l'Europa nel Medio Evo
copertina L'Italia e il confine orientale