DAVIDE SPARTI

Sul tango

L'improvvisazione intima

…concentrarsi sul partner, piuttosto che sulle sequenze da imporre a chi deve seguire ed eseguire; non dirigere e provocare ma assecondare la logica interna della interazione. È la dinamica che si genera quando due corpi si muovono insieme a produrre quell’aura in cui si è depositata l’immagine del tango.

«Un minuscolo secondo d’eternità in cui due persone avvolte in un abbraccio viscerale si muovono in direzioni opposte»: al di là di questa immagine suggestiva, chi pratica il tango argentino non sempre è consapevole dello spessore culturale di cui esso è impregnato. Questo libro intende gettare luce su tale spessore prendendo le mosse dall’esperienza delle milonghe, il luogo dove il tango diventa pratica sociale e in cui il contatto fra due persone in movimento – nonché fra queste e le altre coppie (a loro volta in movimento) – genera un peculiare ambito, dinamico ed intimo al tempo stesso. Dopo aver esaminato il ruolo dell’incorporazione della tecnica e quello dell’improvvisazione (che rende ciascun tango diverso da quello precedente), il libro si interroga sull’odierna diffusione del tango. In un’epoca in cui la porzione di tempo libero speso in solitudine e «passivamente» è accresciuta, e in cui aumenta l’interconnessione virtuale ma diminuisce il contatto fisico tra le persone, il tango rappresenta una forma di socialità viva e incarnata.

Davide Sparti è professore di Epistemologia delle scienze sociali e di Teorie dell’identità nell’Università di Siena. Con il Mulino ha tra l’altro pubblicato «Suoni inauditi. L’improvvisazione nel jazz e nella vita quotidiana» (2005); «Il corpo sonoro. Oralità e scrittura nel jazz» (2007) e «L’identità incompiuta. Paradossi dell’improvvisazione musicale» (2010).

Apertura
Come descrivere una pratica incarnata?
Statuto del tango
Incontro con l'altro
I. Origini ibride e fantasmi del passato: breve storia del tango argentino
Preistoria del tango
Matrici africane
Ibridazione
Migrazioni e sviluppo demografico
Sradicamento
Il ruolo di Parigi
II. Movimento tangibile: l'iniziazione del tango
Habitus
A scuola di ballo
Apprendimento e supervisione
Postura, tecnica, vocabolario
Centro, coppia e flusso
Identità e immaginario
III. Improvvisa azione: il lato creativo del tango
Il tango fra improvvisazione e coreografia
La fondazione mistica dell'improvvisazione
I vincoli e la ricerca dell'inatteso
Fra noto e ignoto
Due forme di improvvisazione
Ars combinatoria e arte creativa
Improvvisazione e temporalità
La natura dialogica del tango
Tango e contact improvisation: breve analisi comparativa
IV. Minuscoli secondi d'eternità: alla ricerca del tango perduto
Dalla trasformazione di sé alla scoperta della sintonia
Voglia di socialità
Il circolo del desiderio
L'originarietà dell'essere-con e la fenomenologia dell'azione congiunta
L'apertura infinita
V. Etnografia di una milonga
La milonga come ambito di socialità
Il codice della milonga e la gestione della processualità
Invito e rotazione delle coppie
Questioni di genere
Il lato oscuro del tango
Chiusura: la riabilitazione del possibile
Riferimenti bibliografici

Acquista:

a stampa € 16,00
e-book € 11,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Intersezioni"
pp. 224, Brossura, 978-88-15-25985-1
anno di pubblicazione 2015

Leggi anche

copertina Donne medievali
copertina Il grande racconto di Roma antica e dei suoi sette re
copertina Le dimore di Dio
copertina Le conseguenze economiche delle leggi razziali