ELISA TOSI BRANDI

L'arte del sarto nel Medioevo

Quando la moda diventa un mestiere

Nei secoli XIII-XV il metodo di lavoro dei sarti si modifica in relazione a nuove pratiche sociali connesse al vestiario. Queste ultime si diffondono non solo nelle corti ma anche nelle città, grazie a una clientela più sensibile al consumo degli abiti che, nel frattempo, sono diventati dei simboli di distinzione sociale e di lotta di classe. I sarti, riuniti in corporazioni, si organizzano per far fronte alla richiesta di inediti abiti aderenti, da indossare sotto maestosi abiti sempre più ricercati. L’accresciuta domanda di vesti arricchisce le competenze di questi artigiani, che raggiungono un alto livello di specializzazione divenendo promotori e coordinatori di più attività coinvolte nella produzione dei capi di abbigliamento. Attraverso informazioni ricavate da fonti scritte, figurative e materiali, il volume descrive il lavoro del sarto nel tardo Medioevo, mettendone in evidenza il ruolo nell’economia cittadina, le capacità tecniche e l’apporto creativo.

Elisa Tosi Brandi, dottore di ricerca in Storia medievale, insegna e svolge attività di ricerca all’Università di Bologna. I suoi temi di studio riguardano la storia della cultura, dell’economia e della società nei secoli XIII-XVI, in particolare il mondo artigianale e gli oggetti della moda. Tra le sue ultime pubblicazioni si segnalano: «Moda. Storia e storie» (a cura di, con M.G. Muzzarelli e G. Riello, Mondadori, 2010) e «Il Medioevo nelle città italiane: Rimini» (Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, 2017).

Introduzione
I. Il sarto e la moda
1. L'arte del sarto
2. Novità sartoriali
3. Sarti, lusso e vanità
4. Il sarto tra produttori e clienti
II. I sarti nelle regole dell'Arte
1. «La sartoria è arte lizéra e se fa con pochi dinari»: l'apprendistato del sarto
2. Gerarchie professionali
3. Organizzazione delle sartorie
4. Con i sarti nella produzione dei capi di abbigliamento
5. Il lavoro informale e le sarte
III. Sarti al lavoro
1. Spazi e strumenti di lavoro
2. Il lavoro a domicilio
3. Tempo del lavoro e strategie finanziarie
4. Tariffari e prestazioni sartoriali
5. Retribuzioni
6. Condizioni economiche e prestigio sociale
Appendice. Tariffari dei sarti nei secoli XIII-XV
IV. Vesti e pratiche di lavoro
1. La parola ai clienti
2. «Intendere, disegnare, tagliare e cucire». Il lavoro del sarto nei trattati del Cinquecento
3. Dai libri di «figurini» ai manuali di sartoria della prima Età moderna
4. Tecniche e fasi di lavoro nelle sartorie medievali
5. La parola alle vesti
Conclusioni

Acquista:

a stampa € 20,00
collana "Percorsi"
pp. 224, 978-88-15-25324-8
anno di pubblicazione 2018

Leggi anche

copertina A tu per tu con le nostre paure
copertina La santa violenza
copertina Storia dell'Adriatico
copertina La grande livellatrice

Ebook, i libri a portata di click

Attraverso gli ebook, il Mulino propone una parte significativa del proprio catalogo in edizione digitale.
Disponibili in questo sito e nei principali shop online, sono in formato ePub e Mobipocket e possono essere letti sui principali reader - compreso il Kindle -, sui tablet - compreso l'iPad -, negli smartphone e su computer.

Online su Pandoracampus

Studiare in digitale. Pandoracampus è la piattaforma multieditore nata su iniziativa del Mulino. I manuali per l'università e la formazione superiore vanno online in streaming, integrati con la rete e arricchiti da risorse per studiare e insegnare in modo efficace.