Fino al 25 luglio -30% sugli e-book / -5% sui libri
spedizione gratuita per corriere a partire da € 32
.

EMANUELE COCCIA

Il bene nelle cose

La pubblicità come discorso morale

Per secoli i muri hanno raccontato la storia. Oggi che gli dèi sono caduti, e la storia sembra una lunga sequenza di errori, i muri delle città non hanno smesso di essere luogo di celebrazione e di insegnamento. Dove troneggiavano divinità, eroi o eventi del passato, appaiono ora oggetti comuni e di uso quotidiano: la morale a cielo aperto della città contemporanea, la pubblicità, continua a parlarci del bene, ma lo fa attraverso auto, telefoni, rasoi, vestiti, cibo, e quanto siamo abituati a chiamare merci.

Emanuele Coccia insegna Filosofia all’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi. Ha curato «Angeli. Ebraismo, cristianesimo, islam» (con G. Agamben, 2010). Con il Mulino ha pubblicato «La vita sensibile» (2011).

L'ultimo nome del bene
I. Muri
II. Città
III. La banalità del bene
IV. Totem
V. Il mondo delle cose
Per un iperrealismo morale
Note

Acquista:

a stampa € 12,00
generalmente disponibile in 2-3 settimane
e-book € 8,49
Formato:  Kindle , ePub
collana "Voci"
pp. 144, Brossura, 978-88-15-24796-4
anno di pubblicazione 2014

Leggi anche

copertina Le donne di Dante
copertina Arnaldo da Brescia nelle fonti del secolo XII
copertina Manuale di sopravvivenza
copertina Indovinare il mondo