Fino al 25 luglio -30% sugli e-book / -5% sui libri
spedizione gratuita per corriere a partire da € 32
.

PAUL FREEDMAN

Il gusto delle spezie nel Medioevo

«Un libro magico. Freedman non ha solo rivelato i gusti di un’Europa dimenticata: ha riscritto un capitolo decisivo nella storia del mondo»
PETER BROWN

La passione che il Medioevo coltivò per le spezie fu un motore di prima importanza per i commerci, le conquiste, lo sviluppo economico. Ma perché le spezie erano così richieste, e così costose? Entravano nella cucina, nella medicina, ma anche nell’esibizione dello status, nelle cerimonie religiose. Erano simboli di bellezza, di ricchezza, di grazia. E la domanda di cinnamomo e pepe, o di rare essenze aromatiche come l’ambra grigia e il muschio, stimolava i viaggi verso Oriente, le esplorazioni geografiche, i commerci. Seguendo il gusto e la tirannia della moda, l’Europa medievale andava così alla conquista del mondo.

Paul Freedman insegna Storia nell’Università di Yale. Tra i suoi libri: «The Origins of Peasant Servitude in Medieval Catalonia» (1993), «Images of the Medieval Peasant» (1999) e «Food. The History of Taste» (a cura di; 2007).

Acquista:

prezzo di copertina € 14,00
a stampa € 11,20
collana "Storica paperbacks"
pp. 332, Brossura, 978-88-15-24671-4
anno di pubblicazione 2013

Leggi anche

copertina La Sicilia musulmana
copertina Federico II
copertina Gli Arabi e l'Europa nel Medio Evo
copertina La cattedrale gotica