Fino al 25 luglio -30% sugli e-book / -5% sui libri
spedizione gratuita per corriere a partire da € 32
.

MARCO OLIVETTI

Messico

Dopo l’epopea della Rivoluzione (1910-20) e i settant’anni della «dittatura perfetta» del Partito Rivoluzionario Istituzionale, il Messico ha attraversato negli ultimi vent’anni un’originale transizione democratica. Il federalismo e il presidenzialismo, che tradizionalmente caratterizzavano le istituzioni messicane, sono stati profondamente trasformati dal pluralismo partitico e dall’alternanza al potere, soprattutto dopo il 2012. La Costituzione messicana del 1917 – la prima al mondo a prevedere un catalogo organico di diritti sociali – è sottoposta oggi a continue revisioni, ma resta il cardine del sistema istituzionale di uno degli Stati più importanti dell’America Latina.

Marco Olivetti insegna Diritto costituzionale nell’Università di Foggia. Tra i suoi libri: «La questione di fiducia nel sistema parlamentare italiano» (Giuffrè, 1996), «Nuovi statuti e forma di governo delle regioni» (Il Mulino, 2002). Ha coordinato (con R. Bifulco e A. Celotto) il Commentario alla Costituzione (Utet, 2006).

Premessa
I. Il contesto geoeconomico
II. Tappe di storia costituzionale
III. La forma di governo
IV. Il sistema dei partiti e la legislazione elettorale
V. Gli strumenti giuridici della decisione politica
VI. Il sistema federale
VII. Il potere giudiziario
VIII. Il "costituzionalismo sociale" messicano: quali diritti
Cronologia politico-istituzionale
Nota bibliografica
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 16,00
e-book € 11,99
Formato:  ePub , Kindle
collana "Si governano così"
pp. 208, Brossura, 978-88-15-24659-2
anno di pubblicazione 2013

Leggi anche

copertina Israele nell'età antica
copertina Turchia
copertina Polonia
copertina Breve storia della guerra