Letture sotto il sole: -5% sui libri e invio gratuito da € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina Storia delle società italiane di ingegneria e impiantistica

Acquista:

prezzo di copertina € 55,00
a stampa € 52,25
collana "Storie di imprese"
pp. 664, Rilegato, 978-88-15-24082-8
anno di pubblicazione 2013

VITTORIO CARIATI, SERGIO CAVALLONE, EMILIO MARAINI, VERA ZAMAGNI (a cura di)

Storia delle società italiane di ingegneria e impiantistica

Alcuni rami industriali – la petrolchimica, la chimica, l’energia, la siderurgia, i trasporti, la grande edilizia industriale – richiedono impianti sempre più grandi e complessi. Se le maggiori imprese si sono talora attrezzate per la loro progettazione e costruzione interna, sono nel tempo sorte imprese indipendenti, le cosiddette SEF (Specialized Engineering Firms), che progettano e costruiscono impianti chiavi in mano. È nota in tutto il mondo l’eccellenza delle scuole italiane di ingegneria, il cui rigore si accompagna al talento creativo e a una speciale capacità degli ingegneri di «fare squadra». Questo volume, alla cui stesura hanno partecipato molti dei protagonisti dell’avventura, traccia la storia delle principali aziende italiane di ingegneria impiantistica e del loro impegno per soddisfare la fame di impianti ad alta tecnologia nei paesi emergenti. Se il mondo globale ha imposto l’assorbimento di alcune SEF italiane in società multinazionali o in alcuni casi ha portato al fallimento aziende pur validissime, le eccellenze italiane sono ancora oggi cruciali per il posizionamento internazionale dell’economia del paese.

Vittorio Cariati, ingegnere chimico, ha ricoperto ruoli di vertice sia tecnico sia amministrativo in primarie società quali Eurotecnica, Ingeco, Kti, Fiat Engineering, Acqua e Ctip. Sergio Cavallone, professore ordinario di Impianti meccanici nel Politecnico di Bari, ha chiuso la sua carriera professionale come direttore operativo di Fiat Engineering. Emilio Maraini, ingegnere industriale meccanico, già amministratore delegato e direttore tecnico di primarie società italiane ed estere, da ultimo è stato direttore per l’Alta Velocità dell’Union Internationale des Chemins de Fer a Parigi. Vera Zamagni è professore ordinario di Storia economica nella Facoltà di Economia dell’Università di Bologna. Fra le sue tante pubblicazioni con Il Mulino, «Da Ravenna al mondo. Come la CMC è diventata una grande cooperativa internazionale (1952-1985)» (2011).

Leggi anche

copertina Perché ridiamo
copertina Quando l'importante è vincere
copertina Dodici
copertina Vite formidabili