MARCELLO FLORES

Storia dei diritti umani

«Una storia complicata, ricca di paradossi e contraddizioni, ora raccontata per la prima volta da Marcello Flores nel suo intreccio fra elaborazione ideale e azione concreta»
Simonetta Fiores

La Dichiarazione universale dei diritti umani proclamata nel 1948 sanciva per la prima volta i diritti e le libertà che spettano a tutti gli esseri umani. Questo libro ripercorre l’intera storia dei diritti umani, dall’Illuminismo a oggi: una storia non solo di teorie filosofiche, politiche e giuridiche, ma anche di organizzazioni, associazioni, battaglie, campagne, istituzioni, di personaggi come Cesare Beccaria oppure Olympe de Gouges (l’autrice della dichiarazione dei diritti della donna), Henri Dunant, creatore della Croce Rossa, oppure Eleanor Roosevelt. Le conclusioni fanno il punto sui problemi attuali, fra tutti quello dell’universalità dei diritti rispetto alle altre culture.

Marcello Flores insegna Storia comparata nella Facoltà di Lettere dell’Università di Siena dove dirige il Master «Human Rights and Genocide Studies». Con il Mulino ha pubblicato «Sul PCI»(con N. Gallerano, 1992), «L’età del sospetto» (1995), «1956» (1996), «Il Sessantotto» (con A. De Bernardi, 1998), «Il secolo mondo» (2002) e «Il genocidio degli armeni» (2006).

Introduzione
1. Dai doveri ai diritti
2. La scoperta dei diritti
3. Le regole umanitarie
4. I principi e la realtà
5. Dalle tenebre alla luce
6. La riscoperta dei diritti
7. I diritti nel XXI secolo: problemi e contraddizioni
Note
Bibliografia
Indice dei nomi

Acquista:

prezzo di copertina € 14,00
a stampa € 13,30
collana "Storica paperbacks"
pp. 374, 978-88-15-24002-6
anno di pubblicazione 2012

Leggi anche

copertina Storia della massoneria italiana
copertina Costituzione
copertina Democrazia
copertina Una nazione allo sbando