Letture al sole: -5% su tutti i libri, spese di spedizione ribassate e invio gratuito oltre € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina Lo Spazio amministrativo europeo

Acquista:

prezzo di copertina € 24,00
a stampa € 22,80
collana "Quaderni di Astrid"
pp. 456, Brossura, 978-88-15-23970-9
anno di pubblicazione 2012

MARIO P. CHITI, ALESSANDRO NATALINI (a cura di)

Lo Spazio amministrativo europeo

Le pubbliche amministrazioni dopo il Trattato di Lisbona

Il Trattato di Lisbona introduce importanti novità per le pubbliche amministrazioni: la nuova competenza dell’Unione europea per il sostegno, coordinamento o completamento dell’azione degli Stati membri nel settore della cooperazione amministrativa; le nuove regole che presiedono all’amministrazione diretta dell’Unione; il riconoscimento del valore di diritto primario delle regole sulla «cittadinanza amministrativa», quale parte della Carta dei diritti fondamentali.

Ma che cosa significa che la pubblica amministrazione e l’attuazione del diritto dell’Unione sono questioni di interesse comune? Nell’esercizio della nuova competenza l’Unione non può sostituirsi agli Stati membri; ma, oltre a sostenerne l’azione, può coordinare e completare le loro iniziative: sin dove? La verifica sull’«effettività» dell’attuazione da parte degli Stati membri darà all’Unione le stesse opportunità di «intrusione» che si stanno manifestando nel campo del diritto processuale? Si può ancora parlare di autonomia amministrativa degli Stati membri? La «costituzionalizzazione» dell’amministrazione dell’Unione comporta il definitivo superamento del modello di esecuzione indiretta del diritto dell’Unione e favorisce l’ulteriore sviluppo dell’amministrazione congiunta con gli Stati? I principi che presiedono all’azione amministrativa dell’Unione sono i medesimi «imposti» agli Stati membri o sono, in parte, diversi? A fronte di questo scenario europeo, come si pone il nostro ordinamento?

Questo libro raccoglie la riflessione di un gruppo di esperti e studiosi riunito da Astrid che ha discusso approfonditamente di questi problemi. Partendo dalla verifica del significato e della portata delle novità contenute, al riguardo, nel Trattato di Lisbona, la ricerca analizza lo stato dell’arte del nostro sistema amministrativo a fronte dello scenario del diritto dell’Unione, e perviene, in conclusione, all’elaborazione di alcune proposte di riforma che possono concorrere significativamente a migliorare l’efficienza e l’efficacia del nostro sistema amministrativo.

Leggi anche

copertina Perché ridiamo
copertina Quando l'importante è vincere
copertina Dodici
copertina Vite formidabili