JACQUES ZILLER

Il nuovo Trattato europeo

Con una prefazione di Giuliano Amato.

Dopo un periodo di stallo, per l'Unione europea si apre oggi una nuova fase: il Consiglio europeo di Lisbona ha dato il via libera al nuovo testo di 255 pagine che detta le regole per il funzionamento dell'UE allargata a 27 e presto forse a 30. Come ha detto il premier portoghese e presidente di turno José Socrates, "ora l'Europa è più forte, ha superato la sua crisi istituzionale". Con grande chiarezza questo libro illustra i contenuti del "Trattato che modifica il Trattato sull'Unione europea e il Trattato che istituisce la Comunità europea", nonché le ragioni delle scelte compiute dal Consiglio europeo del 21-22 giugno 2007, che ne ha deciso l'elaborazione. Il trattato modificativo permette di salvare la sostanza del trattato costituzionale che era stato firmato a Roma il 29 ottobre 2004 e poi congelato nel 2005 dai referendum negativi di Francia e Olanda e dalla decisione britannica di fermarne sine die il processo di ratifica.

Jacques Ziller , già ordinario di Diritto pubblico ed europeo a Parigi, alla Sorbona, è ora professore ordinario di Diritto dell'Unione europea nell'Università di Pavia e professore all'Istituto Universitario Europeo di Fiesole. Con il Mulino ha pubblicato "La nuova Costituzione europea" (II ed. 2004).

Prefazione, di Giuliano Amato
Avvertenza
Introduzione: Quattro anni dopo
1. La sostanza: Fare quasi la stessa cosa
2. La forma: un Trattato che non adotta una Costituzione per l'Europa
3. Il contesto: ritorno a Lilliput
A mo' di conclusione
Nota bibliografica

Acquista:

a stampa € 12,00
collana "Universale Paperbacks il Mulino"
pp. 224, 978-88-15-12122-6
anno di pubblicazione 2007

Leggi anche

copertina L'Europa a venticinque
copertina La Repubblica delle autonomie nella giurisprudenza costituzionale
copertina Regioni d'Europa
copertina Le Regioni italiane nei processi normativi comunitari dopo la legge n. 11/2005