il Mulino

Copertina Estetica degli oggetti

Acquista:

non disponibile
collana "Lessico dell'estetica"
pp. 248, Brossura, 978-88-15-11321-4
anno di pubblicazione 2006

ERNESTO L. FRANCALANCI

Estetica degli oggetti

In un'epoca nella quale il mondo è diventato un unico immenso esperimento merceologico, gli oggetti e le cose - non diversamente dai fenomeni e dagli eventi - tendono a omologarsi in una dimensione estetica diffusa, in cui emerge in misura via via più evidente la sostituzione dei valori contenutistici, peculiari della modernità, con elementi formali e spettacolari caratteristici dell'ideologia postmoderna. Riconducendo la filosofia dall'astratto al concreto, e spaziando dalla letteratura al cinema, dall'architettura alla fotografia, all'arte contemporanea, l'autore analizza alcuni degli oggetti della quotidianità familiare - una sedia, un tavolo, una finestra, una porta, un velo - per individuare la responsabilità del postmoderno nella trasformazione, non solo percettiva, ma anche politica e ideale del nostro rapporto con la realtà.

Ernesto L. Francalanci insegna Storia dell'arte contemporanea alla Facoltà di Design e Arti dell'IUAV di Venezia. Fra le sue pubblicazioni ricordiamo: "Del ludico. Dopo il sorriso delle avanguardie" (Mazzotta, 1982), "Arte del Novecento" (De Agostini, 1987), "Da Giotto a Caravaggio. Letture di opere fondamentali della pittura italiana" (De Agostini, 1989) e "Arte contemporanea. 1950-2000" (Zanichelli, 2001).

Introduzione. L'estetica diffusa
1. La sedia
2. Il tavolo
3. La porta
4. La finestra
5. Il velo
Indice dei nomi

Leggi anche

copertina Il gusto
copertina Il fantastico
copertina L'estetica del Novecento
copertina L'immaginazione