Letture al sole: -5% su tutti i libri, spese di spedizione ribassate e invio gratuito oltre € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina L'Europa da Togliatti a Berlinguer

Acquista:

prezzo di copertina € 25,00
a stampa € 23,75
collana "Fonti e studi sul federalismo e integrazione europea - Crie"
pp. 360, Brossura, 978-88-15-10575-2
anno di pubblicazione 2005

MAURO MAGGIORANI, PIERALDA FERRARI (a cura di)

L'Europa da Togliatti a Berlinguer

Testimonianze e Documenti 1945-1984

È esistito un "europeismo comunista"? E quale modello di Europa unita hanno perseguito coloro che si sono occupati, all'interno del PCI, di tematiche europeistiche? A partire da questi interrogativi il libro ricostruisce il percorso di avvicinamento del PCI alla prospettiva europea abbinando, all'analisi storica del processo, un consistente apparato di testimonianze e documenti. Un filo rosso si dipana nel volume, legando assieme le opinioni ostinatamente critiche dei primi anni '50 con l'afflato europeista della stagione berlingueriana; infatti, a dispetto della marginalità che le tematiche comunitarie rivestirono negli orizzonti politici internazionali del partito sino agli anni '70, già dalla segreteria Togliatti trovarono dimora nel partito posizioni innovative: nuclei primigeni e originali di quella riflessione culturale che con Amendola e Berlinguer si sarebbe tradotta in un progetto politico concreto, legandosi alle grandi utopie di un socialismo democratico e di un mondo rinnovato senza blocchi militari e squilibri economici. L'accettazione della prospettiva europeistica (che nell'incontro finale con Altiero Spinelli si venerà di echi federalistici) appare l'esito di un processo che, pur tra incertezze e contraddizioni, è parte fondamentale della maturazione del partito in senso democratico e occidentale.

Mauro Maggiorani è titolare di un "Modulo Jean Monnet" in Storia dell'integrazione europea e professore a contratto di Elementi di economia all'Università di Bologna (sede di Forlì). Sulle tematiche europee ha pubblicato i volumi "L'Europa degli altri. Comunisti italiani e integrazione europea 1957-1969" (Roma, 1998) e "La sfida dell'Unione. Storia, economia e culture dell'Europa Unita" (Bologna, 2004).
Paolo Ferrari è dottorando di ricerca in "Idee, istituzioni e movimenti politici nell'Europa contemporanea" presso il Dipartimento Storico-geografico "Carlo M. Cipolla" dell'Università di Pavia, dove sta completando uno studio sul tema "In cammino verso occidente: PCI e Comunità europea negli anni '70. La strategia, l'azione politica, le contraddizioni".

Leggi anche

copertina Perché ridiamo
copertina Quando l'importante è vincere
copertina Dodici
copertina Vite formidabili