il Mulino

Copertina La libertà d'espressione

Acquista:

prezzo di copertina € 11,50
a stampa € 9,20
collana "Contemporanea"
pp. 176, Brossura, 978-88-15-09794-1
anno di pubblicazione 2004

VINCENZO ZENO-ZENCOVICH

La libertà d'espressione

Media, mercato, potere nella società dell'informazione

Nell'attuale società dell'informazione, a più media corrisponde più libertà? Da sempre la libertà d'espressione è associata al mezzo che per eccellenza ne rende possibile l'esercizio (la stampa), al punto che le due libertà sono spesso sovrapposte e il "contenitore" ha finito per avere le stesse tutele del "contenuto". Ma nel corso del tempo i canali di diffusione del pensiero si sono moltiplicati (radio, televisione, pubblicità, Internet, satellite) e l'informazione nel mondo odierno si è arricchita di funzioni inedite: da espressione della pubblica opinione ha via via assunto una crescente rilevanza economica. Sempre di più i soggetti collettivi (editori, società di produzione televisive, società di marketing, agenzie pubblicitarie) trattano oggi l'informazione con criteri di impresa e di mercato. La centralità strategica e le concrete modalità di diffusione che l'informazione ha assunto fanno sì che non sia più sufficiente concepirla soltanto come l'espressione di un diritto individuale: è necessario individuare nuove e distinte regole per chi crea idee, le assembla, le distribuisce, le consuma. Chi "vende" informazioni - afferma l'autore - deve essere sottoposto alle medesime regole di chi "vende" altri beni e la libertà individuale, al pari della libertà economica, va promossa da un maggior accesso alle fonti e alle reti di telecomunicazione, così come da maggiori investimenti pubblici per diffondere le reti, la banda larga e l'alfabetizzazione informatica.

Vincenzo Zeno-Zencovich è professore ordinario di Diritto privato comparato nell'Università di Roma Tre. E' condirettore della rivista "Il diritto dell'informazione e dell'informatica". Tra i suoi libri recenti segnaliamo: "La responsabilità professionale del giornalista e dell'editore" (con M. Clemente e M.G. Lodato, Cedam, 1995), "Il diritto delle telecomunicazioni" (con F. Cardarelli, Laterza, 1999) e "Il codice dei dati personali" (con F. Cardarelli e S. Sica, Giuffrè, 2004).

Introduzione
1. Libertà di stampa e libertà della stampa?
2. La radiotelevisione
3. L'attività giornalistica
4. La disponibilità della libertà di manifestazione del pensiero
5. La pubblicità
6. Manifestazione del pensiero e disciplina economica
7. Le aree di maggiore conflitto: la morale pubblica, la convivenza civile, la sicurezza dello Stato
8. La manifestazione del pensiero nel mondo di Internet
9. Informazione, comunicazione, conoscenza
Conclusioni

Leggi anche

copertina Le spie del regime
copertina I servizi sanitari in Italia. 2004
copertina Incontro con Max Weber
copertina Europeizzazione e politiche pubbliche italiane