JEREMY BLACK

Il mondo nel ventesimo secolo

La storia di un secolo si può raccontare in mille modi; quella del XX secolo ha quasi sempre coinciso con la sua storia politica. Questo libro sceglie una strada tutta diversa. Si chiede: com\'è cambiato il mondo nel Novecento e quali sono gli aspetti rilevanti del Novecento con cui il XXI secolo dovrà fare i conti? In primo luogo Black sottolinea il tumultuoso processo di appropriazione dell\'ambiente, la conquista di conoscenze e tecnologie che estendono la presa dell\'uomo ovunque. Poi vengono i grandi mutamenti demografici, lo sviluppo delle città e delle comunicazioni, i nuovi rapporti sociali, l\'esplosione della produzione e del consumo di beni, le credenze e i valori (dalle ideologie politiche al ritorno della religione); da ultimo, le vicende politiche contrassegnate, nella prima parte del secolo, dai conflitti mondiali e, nella seconda, dalla fine degli imperi coloniali, con le conseguenti crisi internazionali. Ne risulta una visione veramente globale del secolo che più d\'ogni altro ha cambiato la vita dell\'uomo e la faccia del mondo.

Jeremy Black insegna Storia nell\'Università di Exeter ed è autore di numerosi libri di storia inglese ed europea, tra cui "History of the British Isles" (1997) e "War" (2001).

Prefazione
Introduzione. Una storia mondiale: di chi?
1. Il dominio su ogni essere vivente. La sfida alla Terra
2. Il mondo affollato. Risorse e tensioni
3. Acciaio e cemento. L'ambiente umano
4. Il caleidoscopio dei mutamenti sociali
5. Mondi economici
6. Prometeo liberato. Macchine e merci
7. Umano o divino? Idee e credenze
8. Il mondo in fiamme. Politica e guerra 1900-1950
9. La caduta degli imperi. Politica e guerra 1950-2000
Conclusioni
Cronologia
Carte
Nota bibliografica
Indice dei nomi

Acquista:

a stampa € 20,00
collana "Le vie della civiltà"
pp. 336, 978-88-15-09750-7
anno di pubblicazione 2004

Leggi anche

copertina Incontro con Max Weber
copertina La gestione strategica del capitale intellettuale e del capitale sociale
copertina L'opinione pubblica
copertina La decolonizzazione