Letture al sole: -5% su tutti i libri, spese di spedizione ribassate e invio gratuito oltre € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina L'infamia e il perdono

Acquista:

prezzo di copertina € 30,00
a stampa € 28,50
collana "Il Mulino/Ricerca"
pp. 424, Brossura, 978-88-15-09611-1
anno di pubblicazione 2004

VINCENZO LAVENIA

L'infamia e il perdono

Tributi, pene e confessione nella teologia morale della prima età moderna

Trasgredire la legge comporta il peccato? Una parte della teologia occidentale ha svalutato il vincolo delle norme positive perché fondato sulle necessità della coercizione umana. Offrendo un ricco contributo alla storia della confessione, il volume illustra il contesto in cui nacque, alla fine del medioevo, la separazione tra colpa e pena, tra peccato e reato, tra penitenza e punizione terrena. Con l'attacco del conciliarismo agli effetti delle scomuniche si avviò una riflessione che nel XVI secolo fu alla base della critica degli abusi dell'Inquisizione, della sua pretesa di violare il sigillo della confessione e di imporre pene (come la confisca) che colpivano innocenti. La crescente capacità coercitiva dei tribunali ecclesiastici e civili spinse teologi e canonisti cattolici a ridisegnare il ruolo della confessione; ma ad essere chiamati in causa - osserva l'autore - furono anche i modi della conquista americana, la sperequata fiscalità secolare, la violazione dei diritti comuni, la commistione tra pratica delle indulgenze e prelievo dei tributi. Nel laboratorio dell'Impero spagnolo teologi e giuristi si divisero sulla questione del rapporto tra le leggi e gli obblighi di coscienza. Quelle dispute segnarono, nel Seicento, la battaglia dell'Interdetto, con la quale si fece strada un nuovo modo di intendere il diritto e la dottrina dei casi.

Indice: Introduzione. Norma e coscienza. - I. Scomunica, indulgenze, debito legale. - II. "Iugum meum suave". Contestare la penitenza. - III. Assolvere o infamare. Eresia occulta, correzione fraterna e sigillo. - IV. Dalla scomunica alle spoliazioni. - V. Il fisco e i diritti comuni. Vitoria. - VI. Punitori di se stessi: Alfonso de Castro. - VII. Il Navarro e la svalutazione delle leggi secolari - VIII. Indagini sulle leggi. - IX. La Chiesa giudica il fisco. - X. Le fortune del vincolo morale. I. La casistica - XI. Le fortune del vincolo morale. II. Intorno all'Interdetto. - Conclusioni. - Indice dei nomi.

Vincenzo Lavenia si è formato e perfezionato alla Scuola Normale Superiore di Pisa, dove è assegnista. Si è occupato di storia dell'Inquisizione romana e di storia della giustizia, della medicina legale e della teologia morale in diversi saggi per volumi e riviste.

Leggi anche

copertina L'ordine dei peccati
copertina Il riformatore dimenticato
copertina Predicazione e Inquisizione nell'Italia del Cinquecento
copertina Meccanismi sociali