il Mulino

Copertina Tigri globali, domatori nazionali

Acquista:

a stampa € 20,50
collana "Studi e Ricerche"
pp. 312, 978-88-15-08772-0
anno di pubblicazione 2002

FABRIZIO SACCOMANNI

Tigri globali, domatori nazionali

Il difficile rapporto tra finanza globale e autorità monetarie nazionali

Globalizzazione, crisi finanziarie, cooperazione monetaria internazionale: l'analisi di un protagonista.

Si può guardare al rapporto tra mercati e autorità monetarie come a quello fra tigri e domatore: solo se quest'ultimo userà intelligenza e prudenza non verrà sbranato. Fuor di metafora, nel contesto di globalizzazione della finanza, le "tigri" sono gli intermediari che agiscono simultaneamente sui mercati delle obbligazioni, delle azioni e dei cambi di tutto il mondo, i "domatori" sono i ministeri del tesoro, le banche centrali e le agenzie di regolamentazione dei mercati. Il "circo" è il contesto istituzionale in cui operano autorità e mercati. La natura globale del mercato e la giurisdizione nazionale delle autorità monetarie rendono complessa la dialettica fra tigri e domatori e richiedono il rafforzamento della cooperazione internazionale. Questo volume rilegge criticamente le vicende recenti, presenta una lucida analisi degli obiettivi e delle strategie delle autorità monetarie e delle forze di mercato vagliandone le modalità di interazione, e cerca di individuare in quali circostanze e a quali condizioni si sono prodotte o sono state evitate situazioni di crisi.

Fabrizio Saccomanni è Direttore centrale per le attività estere della Banca d'Italia. Ha lavorato al Fondo monetario internazionale e ha presieduto, dal 1991 al 1998, il Comitato per la politica del cambio costituito dalle banche centrali dell'Unione Europea.

Leggi anche

copertina Teoria dei mercati finanziari
copertina L'indipendenza delle autorità
copertina Manuale di economia del lavoro
copertina Economia monetaria internazionale