il Mulino

Copertina Il silenzio dei persecutori, ovvero il Coraggio di Shahrazàd

Acquista:

non disponibile
collana "Intersezioni"
pp. 176, 978-88-15-08351-7
anno di pubblicazione 2001

ROBERTO ESCOBAR

Il silenzio dei persecutori, ovvero il Coraggio di Shahrazàd

Chi toglie la parola agli altri l'ha già soppressa dentro di sé.

Roberto Escobar ci offre un libro di riflessione a "due piste". Potere delle metafore. Come già in "Metamorfosi della paura" è lo snodarsi degli eventi politici del giorno dopo giorno che gli smuove un mai assopito tarlo: come sono stati veramente possibili gli -ismi prevaricatori del Novecento e come si sono fatti, e possono farsi, strada nelle coscienze di uomini di buona volontà. Ma di quel tarlo, e del corso di questi eventi, l'autore ci parla attraverso Esopo, i fratelli Grimm, le "Mille e una notte", per cogliere più antropologicamente, col benefico effetto-distanza, la dinamica esistenziale dei meccanismi di potere. E dall'atmosfera rarefatta in cui la ragione dipana i suoi fili, il contingente quotidiano esce dall'indistinto e rivela le sue trame. Solitamente le riflessioni sul potere, in particolare quello totalitario, si pongono dal punto di vista della vittima e si soffermano sui meccanismi, disumanizzanti e dolenti, di emarginazione e di esclusione. Qui si analizza invece il mondo interno dei persecutori, il suo divenire unico e assoluto, tacitando dubbi e paure, abbagliandosi con paranoie e ossessioni, desertificandosi dalla presenza di alterità. La messa a nudo di questo percorso dell'abbrutimento interiore si rivela però proficua perché permette di capire che il punto forte della visione totalitaria è anche il suo punto debole: come Sharazàd delle "Mille e una notte" scampa alla morte per mano del re sassanide, scalfendo il suo pensiero unico, così la nostra libertà riposa nel mantenere vive non una ma molte opinioni, non una ma molte storie, non uno ma molti mondi dotati di senso.

Roberto Escobar insegna Analisi del linguaggio politico nell'Università di Milano e collabora a "Il Sole-24 Ore". Con il Mulino ha pubblicato "Metamorfosi della paura" (1997) e "Totò. Avventure di una marionetta" (1998).

Leggi anche

copertina Categorie dell'impolitico
copertina Eroi della libertà
copertina Il gusto di lavorare
copertina Il secolo degli anziani