QUENTIN SKINNER

Dell'interpretazione

Come si legge un testo del passato?

Quentin Skinner, illustre esponente della storiografia anglosassone sul pensiero politico moderno, porta avanti da anni anche una intensa riflessione di carattere metodologico. "Dell'interpretazione", un volume espressamente preparato per l'edizione italiana, riprende alcuni dei suoi pi? importanti interventi di teoria dell'interpretazione e offre un contributo di assoluto rilievo al dibattito sulla storiografia delle idee. Filo conduttore ? l'idea che per intendere correttamente un testo del passato non basti decifrarne correttamente il "significato", ma occorra anche capirne l'intenzione, cio? il fine che l'autore si poneva scrivendo, e chiarire in quale contesto sociale e intellettuale quel testo ? nato. E' il contesto che illumina il significato: un testo, infatti, prende valore dal discorso circostante, da cui non pu? essere isolato se non a prezzo di un fraintendimento. Seguendo questo filo, Skinner affronta anche i temi della spiegazione dell'azione sociale, del nesso tra linguaggio e mutamento, e tra retorica e mutamento concettuale.

Quentin Skinner insegna Storia moderna nell'Universit? di Cambridge. Studioso del pensiero politico rinascimentale, ha pubblicato fra l'altro "Le origini del pensiero politico moderno" (2 voll., Il Mulino, 1989), "Machiavelli" (Il Mulino, 1999), "La libert? prima del liberalismo" (Einaudi, 2001).

Acquista:

a stampa € 20,00
collana "Saggi"
pp. 232, 978-88-15-08275-6
anno di pubblicazione 2001

Leggi anche

copertina Botta e risposta
copertina Virtù rinascimentali
copertina Nient'altro che storia
copertina Partecipazione e eguaglianza politica