il Mulino

-30% sui nuovi abbonamenti
con il codice RIVISTA30 fino al 31 gennaio

Copertina Attentato al duce

Acquista:

a stampa € 18,08
collana "Biblioteca storica"
pp. 304, 978-88-15-07914-5
anno di pubblicazione 2001

BRUNELLA DALLA CASA

Attentato al duce

Le molte storie del caso Zamboni

Uno sparo a Mussolini, un ragazzo linciato, la storia tragica e torbida di un mistero italiano.

La sera del 31 ottobre 1926 a Bologna, nel pieno delle celebrazioni della rivoluzione fascista, Mussolini è fatto segno di un colpo di pistola. Nel parapiglia che segue, un ragazzo identificato come l'attentatore viene massacrato; è Anteo Zamboni, terzogenito sedicenne di un tipografo già anarchico e ora fascista e amico del leader del fascismo bolognese Leandro Arpinati. L'attentato fa scattare in tutta Italia la reazione dei fascisti da strada, e dà l'esca per la promulgazione delle leggi eccezionali che sanciscono l'instaurazione della dittatura. Intanto la giustizia, sia pure fascista, segue il suo iter: si fanno le indagini, si processano i familiari di Anteo, che finiranno condannati chi alla galera, chi al confino. Ma è stato un complotto di famiglia o entrano in gioco altri attori, magari il mondo facinoroso del dissidentismo fascista? Anteo è un tirannicida, una pedina di un gioco più grande di lui, o addirittura la vittima casuale di una violenza di piazza? Attorno a questo enigma si sono mossi gli inquirenti allora, e si sono interrogati antifascisti e storici per decenni, e ancora oggi. A partire da una straordinaria base di documenti inediti (le carte di polizia e del tribunale) il libro di Brunella Dalla Casa racconta le molte e contraddittorie facce di questo ennesimo mistero italiano. Non è un poliziesco, e non si scoprirà l'assassino: ma il lettore è guidato in una storia ambigua e tragica che come poche altre riproduce il clima corruttore che respirò l'Italia fascista.

Brunella Dalla Casa dirige l'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella provincia di Bologna. Autrice di numerosi saggi sull'istruzione femminile, il fascismo e l'antifascismo, ha tra l'altro curato "Donne, scuola, lavoro" (Galeati, 1995), e, con A. Preti, "Bologna in guerra 1940-1945" (Angeli, 1995) e "La montagna e la guerra 1940-1945" (Aspasia, 1999).

Leggi anche

copertina Diari di Mosca 1947-1951
copertina Parla Vittorio Emanuele III
copertina Il giornalista di Ciano
copertina L'altra Roma