Letture al sole: -5% su tutti i libri, spese di spedizione ribassate e invio gratuito oltre € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina Episcopato e società tra Leone XIII e Pio X

Acquista:

prezzo di copertina € 18,08
a stampa € 17,18
collana "Pubblicazioni dell'istituto per le scienze religiose - Bologna"
pp. 272, 978-88-15-07616-8
anno di pubblicazione 2000

DANIELE MENOZZI

Episcopato e società tra Leone XIII e Pio X

Tra i pontificati di Leone XIII e di Pio X si delinea una svolta decisiva nell'atteggiamento della chiesa cattolica verso la società contemporanea. Il superamento delle chiusure di Pio IX, emblematicamente espresse nel Sillabo, si svolge infatti nella direzione di un'acquisizione di alcuni principi del mondo moderno. Al contempo però si manifesta l'esigenza di impedire uno scivolamento di tale nuovo orientamento verso il modernismo, inteso come portatore nel campo cattolico di valori antitetici al cattolicesimo. Il volume indaga il sottile gioco che durante questi cruciali decenni si instaura tra il governo centrale della chiesa e due significativi episcopati regionali (quello emiliano e quello veneto) su questa complessa tematica. Ne emerge il quadro mosso ed articolato di una chiesa alla faticosa ricerca di una linea capace di realizzare un aggiornamento della sua presenza nella storia senza allontanarsi dai presupposti di quella eredità intransigente di cui la mentalità cattolica sembra ancora incapace di liberarsi.

Daniele Menozzi ha pubblicato numerosi saggi sul rapporto tra chiesa e società dall'età dei Lumi al Novecento, fra cui Letture politiche di Gesù dall'Ancien régime alla Rivoluzione (Brescia, 1979) e La chiesa cattolica e la secolarizzazione (Torino, 1993). Attualmente è professore di Storia della Chiesa nell'Università di Firenze e coordinatore della rivista "Cristianesimo nella storia", edita dall'Istituto per le scienze religiose di Bologna.

Leggi anche

copertina La monarchia asburgica 1867-1914
copertina La Repubblica di Weimar
copertina Città dell'uomo
copertina La proposta politica di De Gasperi