Letture al sole: -5% su tutti i libri, spese di spedizione ribassate e invio gratuito oltre € 39 fino al 25 agosto >>> SCOPRI

Copertina L'estetica dell'Ottocento

Acquista:

non disponibile
collana "Lessico dell'estetica"
pp. 176, 978-88-15-07272-6
anno di pubblicazione 1999

FEDERICO VERCELLONE

L'estetica dell'Ottocento

Da Hegel alla fin de siècle, la storia della riflessione estetica ottocentesca nel nuovo volume del "Lessico" diretto da Remo Bodei

Questo è l'undicesimo volume della serie "Lessico dell'estetica" che il Mulino ha avviato nel 1995 sotto la direzione di Remo Bodei. La serie è divisa in tre sezioni, dedicate alle diverse arti, alla storia dell'estetica e ai suoi concetti chiave. Questo nuovo volume appartiene alla sezione storica, dove sono apparsi sinora i volumi di Franzini sul Settecento, di D'Angelo sul Romanticismo e di Perniola sul Novecento. Una volta isolata come argomento di volume a sé, per la sua rilevanza, l'estetica del Romanticismo fiorito in Europa nei primi tre decenni del secolo XIX, al volume dedicato al pensiero estetico dell'Ottocento rimane da descrivere l'ampia parabola che va dall'idealismo tedesco alle declinazioni positiviste e formaliste fin de siècle. Il libro inizia dunque esponendo i grandi sistemi idealistici di Schelling e Hegel, che segnano il passaggio dell'estetica da teoria della percezione sensibile a filosofia dell'arte, per affrontare poi l'evoluzione dell'idea della bellezza nell'estetica post-hegeliana e in pensatori quali Schleiermacher, Schopenhauer, Kierkegaard, Nietzsche, Morris e Ruskin. Un terzo capitolo si occupa delle poetiche del moderno, incarnate fondamentalmente in Hugo e Baudelaire, mentre l'ultimo capitolo dà conto dell'estetica del positivismo e dello sviluppo delle estetiche delle singole arti con il formalismo (Hanslick, Fiedler).

Federico Vercellone insegna Estetica nella Facoltà di Lettere dell'Università di Udine. Ha pubblicato: "Identità dell'antico" (Rosenberg e Sellier, 1988), "Apparenza e interpretazione" (Guerini, 1989), "Pervasività dell'arte" (Guerini, 1990), "Introduzione al nichilismo" (Laterza, 1992), "Nature del tempo" (Guerini, 1998).

Introduzione
1. L'estetica dell'idealismo tedesco: Schelling e Hegel
Bibliografia
Indice dei nomi
2. Tramonto dell'ideale? Dalla dissoluzione della forma al grande stile
3. Figure e funzioni del moderno
4. Metodo e verità dell'arte: tra positivismo e formalismo

Leggi anche

copertina L'estetica del Romanticismo
copertina L'estetica del Novecento
copertina Il gusto
copertina L'immaginazione